Osservatorio

L’Osservatorio Ipazia ha come obiettivo generale quello di realizzare un quadro completo e costantemente aggiornato  delle ricerche, dei servizi e degli eventi (scientifici e non)  che vengono programmati ed erogati per o dalle donne.

E’ costituito da tre subsistemi. Ciascuno di essi non è isolato dall’altro, ma insieme sono coordinati e complementari al raggiungimento dell’obiettivo generale dell’osservatorio che è quello di costruire un quadro completo e costantemente aggiornato delle ricerche, dei servizi, delle iniziative (scientifiche e non) che vengono programmate ed erogate per o dalle donne. In questo modo è nostra intenzione acquisire e divulgare, attraverso seminari e workshop convegni, informazioni, conoscenze ed esigenze che meglio chiariscano e delineino la condizione femminile a livello  locale, nazionale ed internazionale.

I subsistemi in questione sono: Comitato scientifico, commissione politico-istituzionale, delegazione esperienziale

Attraverso il Comitato scientifico si darà spazio all’analisi e alla ricerca della letteratura esistente sul genere sia a livello nazionale che internazionale nell’ottica di sviluppare nuovi filoni di ricerca in linea con le individuate esigenze scientifiche, sociali e politiche dell’agire femminile.

La Commissione Politico-Istituzionale è la parte dell’osservatorio che si dedica ai contatti con l’esterno attraverso la cura e lo sviluppo della rete istituzionale politica nella consapevolezza che attraverso la collaborazione e la messa in rete delle forze con chi opera già in questa realtà o ne è a vario titolo interessato possiamo crescere nella sostanza. Il Rettore dell’Università Niccolò Cusano, coadiuvato dall’Ufficio Ricerca & Sviluppo e dall’Ufficio Progetti Internazionali, si occuperà di questa attività di sviluppo della rete. Il nostro progetto ha la volontà di creare un solido network con il territorio regionale ma anche nazionale europeo ed extraeuropeo.

La delegazione esperienziale, che fa capo all’intero Ufficio Ricerca&Sviluppo Unicusano, ma che opera sempre di concerto con gli altri subsistemi,  sarà costantemente in contatto con tutte quelle persone, donne e non che entreranno nella nostra rete. Queste persone saranno chiamate a portare il loro contributo in termini di testimonianza ed esperienza concreta vissuta sul campo e che sarà di volta in volta implicata nelle nostre attività nella speranza di solidificare con questa componente ad attivare progetti comuni.

Naturalmente il comitato scientifico, la commissione politico-istituzionale e la delegazione esperienziale operano in modo coordinato e complementare per la crescita e o sviluppo dell’osservatorio